Attività Aprile 2018

I dividendi percepiti questo mese ammontano a 183.26 euro.
La mia piccola azienda Betoil con una quota che vale 1.232 è in guadagno del 55.93%.

Acquisti: /

Vendite: /

Annunci

Forse non tutti sanno che…

Chi si interessa di mercati e investimenti conosce il mitico W. Buffet (soprannominato l’oracolo di Omaha) e la sua Berkshire Hathaway.
Tenendo conto che mi riferisco a società conglomerate e quindi non legate ad uno specifico e ristretto business, delle specie di holding, mi sono chiesto se c’è qualcuno là fuori che fa meglio di Buffet e la risposta è:  sì!
Io, al momento, ne ho trovate due: Markel e Danaher.
Di seguito qualche numeretto estrapolato da Yahoo Finanza.

Berkshire Hathaway (NYSE:BRK.B)
Market Cap: 486B$
Div. Yield: 0%
Payout: 0%
EPS: 18.22$
P/E: 10.81
A questo LINK potrete vedere le sue attuali partecipazioni.

Markel Corporation (NYSE:MKL)
Market Cap: 16B$
Div. Yield: 0%
Payout: 0%
EPS: 25.81$
P/E: 44.69
A questo LINK potrete vedere le sue attuali partecipazioni.

Danaher (NYSE:DHR)
Market Cap: 69B$
Div. Yield: 0.66%
Payout: 14.6%
EPS: 3.53$
P/E: 28.10
A questo LINK potrete vedere le sue attuali partecipazioni.

Vi allego anche un paio di grafici, uno a breve termine e uno a lungo termine per il raffronto, avvertendovi che il dato è Total Return.

A presto.

 

Attività Marzo 2018

I dividendi percepiti questo mese ammontano a 236.92 euro.
Aflac (AFL) ha effettuato uno split 1:2 per cui ora mi ritrovo con 20 azioni.
Ticc Capital (TICC) viene rinominata in Oxford Square Capital (OXSQ).
La mia piccola azienda Betoil con una quota che vale 1.062 è in guadagno del 34.32%.

Acquisti: /

Vendite: /

Sono io, che sono storto

C’è una cosa che mi ha dato sufficientemente fasitidio in questi ultimi giorni.
Sulla maggior parte dei siti di finanza, sui giornali, in TV ed anche in molti blog “amatoriali”, l’unico argometo degno di essere sviscerato (si fa per dire) è stato il tracollo, la caduta, la tempesta, il sangue nelle strade: ovvero un punto di vista solamente e totalmente catastrofico dei ribassi delle borse. Ritracciamenti del genere si sono già verificati nel passato e quindi non vedo perchè allarmarsi e, soprattutto, allarmare tanto.
Insomma, sono tornati in vita un sacco di “espertoni” pronti a fornirvi su un piatto d’argento e col senno di poi, il perchè e il percome di questo ribasso e a dispensare consigli e soluzioni di comportamento per il prossimo futuro.
Ma la cosa che mi dà veramente il voltastomaco non sono i contenuti, ma per alcuni (e sottolineo: per alcuni) lo stile di scrittura da sciamano della finanza, da venditore di pentole, da marketing de’noantri, che prima ti deprimono con notizie nefaste e poi, in un tripudio di gioia celestale ti offrono la soluzione, ad esempio:
“…ti svelo il segreto per…”
“…otterrai le chiavi di accesso per…”
“…seguendo i miei consigli…”
“…ti sarà svelata la strada per…”
Questa roba, sicuramente per problemi miei personali, non riesco proprio a leggerla.

Ed infine, per non essere da meno degli altri, vi do il mio punto di vista di questo crollo:
NON ME NE FREGA ASSOLUTAMENTE NIENTE.

La mia strategia si basa sui dividendi. Finchè gli alti e bassi del mercato non incideranno pesantemente sulla distribuzione dei dividendi, io sono tranquillo e sereno: anche con un portafoglio a -50% (peraltro già visto in passato).

A presto.

Attività Gennaio 2018

I dividendi percepiti questo mese ammontano a 325.59 euro.
Ho venduto UVV con un gain del 22.15% in quanto il prezzo continua a calare da tempo e l’EPS è negativo.
La mia piccola azienda Betoil con una quota che vale 1.096 è in guadagno del 38.63%.

Acquisti:
n.20 O nuova entrata

Vendite:
n.25 UVV azzerata la posizione

Riepilogo anno 2017

E’ passato anche questo 2017 e mi sembra di non sbagliare se dico che, per quanto riguarda le borse, è stato un anno molto tranquillo, a tratti noioso. Il problema è che non essendoci stati ribassi consistenti, le occasioni di acquisto sono state molto scarse (io comunque qualcosina ho comprato lo stesso).

Il mio piccolo blog, gestito da un maniscalco della finanza quale sono, ha chiuso il terzo anno solare completo e mi sento in dovere di ringraziare indistintamente tutti voi lettori per la fiducia che mi avete concesso.

Per quanto riguarda la parte meramente finanziaria, ho intascato 2652.03 euro NETTI che nessuno può più togliermi (*). E’ bello pensare, ed è realmente così, che con un impegno praticamente nullo (anche in termini di tempo), vengo pagato essenzialmente tutti i giorni.
Questi 2652.03 euro, rispetto ai 2031.61 euro del 2016, rappresentano un incremento del 30.54%, direi che i miei risultati sono in linea con quelli dello scorso anno, quindi molto bene così: considerando anche che il valore complessivo del portafoglio al 31/12 è sostanzialmente uguale a quello dell’anno precedente.
Scendendo nei particolari, il mese più avaro è stato febbraio con un dividendo di 132.44 euro, mentre il mese più generoso è stato ottobre con ben 344.05 euro.
Per gli amanti delle statistiche, la media mesile è stata di 221.00 euro, la media giornaliera è stata di 7.27 euro.
Nella tabella dei dividendi ho riportato anche il valore totale in euro del mio portafoglio al 31/12 in modo da agevolare quelli che volessero prendersi la briga di fare qualche conto ulteriore. Io, per la mia solita ed immensa pigrizia, non faccio molti conti, al momento non mi interessa, per cui mi limito a rendicontare i dividendi che incasso.

Come promesso, faccio anche un piccolo resoconto del mio investimento su Genesis Mining: il 22/09 ho investito 140$ e al 31/12 ho incassato 25$, tenendo conto che l’investimento prevede un contratto di due anni, in prospettiva dovrei incassare circa 183$, che corrisponde ad un 15% annuo. Ciò detto, mi sembra che l’investimento nel mining non sia particolarmente redditizio (ricordo che stiamo parlando di criptovalute: BTC +1250%, ETH +8500%, LTC +5000% quest’anno), perciò posso asserire con una certa sicurezza che per investire nelle criptovalute in maniera seria conviene acquistarle direttamente, sperando in una loro rivalutazione 😉 .

La forza dell’interesse composto scorre potente…

Buon 2018 a tutti!

(*) Al lordo, “ringrazio” il mio socio di minoranza, sanguisuga e parassita, che senza fare nulla mi preleva periodicamente un bel dividendo del 26% dal frutto delle mie seppur blande fatiche.